Ma che ci faccio qui?

Biologa, nata nella pianura padana, finita in Ohio per mano del destino (e del marito)…expat per lavoro e per amore, che ogni mattina al risveglio si chiede “ma che ci faccio qui”?

NostalgiaOggi e’ stata una giornata molto felice e molto triste allo stesso tempo. Molto felice perchè iniziata con una bellissima notizia da parte di un’amica in Italia, che si somma ad un’altra dello stesso tipo arrivata pochi giorni fa.

Molto triste perchè queste piacevoli novità fanno sempre un po’ riemergere la fortissima nostalgia che provo ancora e proverò sempre per le amicizie che ho lasciato in Italia.

Sono una lamentona, ma nelle amicizie non posso negare di essere stata davvero davvero fortunata. Ho incontrato delle persone speciali, un po’ matte come me, con cui ho potuto costruire dei rapporti solidi e duraturi. Paradossalmente, la prova l’ho avuto proprio da quando sono venuta via, visto che nonostante siano ormai passati più di due anni, queste persone sono ancora una presenza costante nella mia vita. Ci sentiamo spesso con whatsapp, skype, Facebook e mail, troviamo il modo e i tempi per vederci ogni volta che sono in Italia (la mia amica che vive in Spagna compra il volo per l’Italia in concomitanza con i miei ritorni). Posso contare su di loro quando ho bisogno di aiuto o anche solo di condividere un pensiero o un’emozione che non riesco a dire a nessun’altro. Molte di loro sono medici e ho potuto contare su consigli e anche diagnosi via messaggio per me e per chi mi è vicino, sempre con pazienza e gentilezza.

E allora, perchè piagnucolo???

Eh, perchè mi manca tantissimo non averle qui, di persona. O non poter esere la io in questo momento, a brindare alla gioia di un nuovo arrivo o a offrire una spalla su cui piangere a chi non riesce a realizzare i propri sogni. Ed egoisticamente a volte mi pesa molto sapere di dover aspettare un fuso orario più consono per poter avere conforto o farmi una risata.

Sarà che adesso che ho cambiato lavoro, nonostante i tanti vantaggi che continuano ad esserci e che mi danno conferma di avere fatto la scelta giusta, ho perso la quotidianità con alcune persone con cui potevo fare due chiacchiere ogni tanto, per cui passo intere giornate in silenzio o a cercare di parlare con il collega cinese, che alla domanda “quando compi gli anni?” è scappato urlando “It’s a secret!”…

E a complicare ulteriormente le cose, si sono incrinati una serie di rapporti diciamo “virtuali” che avevo costruito da diversi mesi con altre expat come me e sono molto avvilita, sconfortata e delusa.

Insomma, oggi sono un po’ cosiì ecco. Cercherò di concentrarmi solo sulle belle notizie ricevute e sul cercare di impegnarmi ancora di più per far sentire alle amiche lontane quanto sono importanti per me.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...